Pasquale Galluppi, il filosofo tropeano del pensiero moderno - itTropea

itTropea

CULTURA PERSONAGGI

Pasquale Galluppi, il filosofo tropeano del pensiero moderno

Monumento A Galluppi

Nato a Tropea, Pasquale Galluppi, è uno dei maggiori esponenti della cultura meridionale del suo tempo. Ma anche uno dei filosofi che hanno anticipato il Risorgimento. Persona mite, ma decisa, ha promosso e divulgato la filosofia moderna europea in tutta Italia. A lui sono dedicati diversi istituti, nonché il Centro Studi Galluppiani.

La vita e gli studi di Pasquale Galluppi

Nasce a Tropea, il 2 aprile 1770 da Vincenzo e Lucrezia Galluppi, entrambi della stessa famiglia, una delle antiche casate nobili della città. All’età di tredici anni apprende le prime nozioni di filosofia e matematica alla scuola di don Giuseppe Antonio Ruffa. Si trasferisce a Napoli per studiare giurisprudenza così come desiderava il padre, ma disobbedisce e continua studiando teologia.

Stampa PASQUALE Galluppi

Nel 1794 ritorna nella sua città natale e prosegue gli studi filosofici, approfondendo in particolare testi appartenenti alla scuola cartesiana. Sposa Barbara d’Aquino, da cui ebbe quattordici figli, otto maschi e sei femmine. Nel 1831 diventa titolare della cattedra di logica e di metafisica all’Università di Napoli. Diventa anche membro dell’Accademia Sebezia e dell’Accademia Pontaniana di Napoli, dell’Accademia degli Affatigati di Tropea, di quella del Crotalo di Catanzaro e della Florimentana di Monteleone.

Le opere più importanti del filosofo tropeano

Nel 1807 pubblica a Napoli la sua prima opera “Sull’analisi e la sintesi”. Nel 1819 pubblica i primi due volumi del “Saggio filosofico sulla critica della conoscenza” ed inizia per lui una fase molto feconda di lavoro editoriale. Negli Elementi di filosofia” esprime la volontà, non solo di ispirare nei giovani un interesse nei confronti del sapere, ma anche di formarli all’accoglienza di tale sapere. E soprattutto di fornire loro gli strumenti critici indispensabili per poter poi mettere in discussione questa ricezione.

Lettere Filosofiche

Il suo merito maggiore, infatti, consiste nell’avere introdotto in Italia lo studio e la conoscenza della filosofia europea, soprattutto quella kantiana. Lo fa attraverso l’opera “Lettere filosofiche sulle vicende della filosofia, relativamente a’ principii della conoscenza umana da Cartesio insino a Kant inclusivamente”. L’opera pubblicata nel 1827 è stata definita il primo saggio in Italia di filosofia moderna.

Il Centro Studi Galluppiani

A Tropea è attivo il Centro Studi Galluppiani. Si tratta di un’associazione culturale che si occupa della ripubblicazione dell’opera omnia del filosofo. Il Centro organizza periodicamente il Congresso degli Studi Galluppiani. È un importante appuntamento nazionale che riunisce studiosi e saggisti provenienti da tutta Italia. Il suo attuale presidente è Luciano Meligrana. Nella storia del Centro Studi Galluppiani una personalità importante è stata quella di Giuseppe Lo Cane, filosofo ed appassionato studioso dell’opera di Galluppi. Nel corso della sua vita ha organizzato numerosi seminari e conferenze per far conoscere il pensiero del filosofo soprattutto ai giovani. Ha favorito la pubblicazione dell’opera inedita “La Filosofia della Matematica”, di cui è stato anche curatore. Su Galluppi ha pubblicato inoltre numerosi saggi ed articoli in quotidiani e riviste specializzate.

Studi Galluppiani

I riconoscimenti di Pasquale Galluppi

La residenza privata di famiglia, il castello, è diventato un Complesso Monumentale di proprietà del Comune di Drapia (Vibo Valentia). È sede di una biblioteca, un museo, un centro congressi e un giardino storico in fase di restauro. Al filosofo sono dedicati il Convitto Nazionale, il Liceo Classico di Catanzaro e il Liceo Classico di Tropea. La sua fama di studioso si è diffusa, non solo in Italia, ma anche all’estero. Una testimonianza di questo proviene dal privilegiato rapporto con l’ambiente culturale francese. Nel 1838 viene nominato socio corrispondente estero dell’Académie des sciences de l’Institut de France e nel 1841 gli viene conferita la Legion d’Onore.

Legion D Onore Medaglia Francese pasquale galluppi

Galluppi, il filosofo tropeano del Risorgimento

Nel 1799 la rivoluzione napoletana coinvolge anche Tropea. Il filosofo tropeano è per indole lontano da ogni estremismo tra i due schieramenti, dei giacobini e dei sanfedisti, ma è vicino per formazione intellettuale alla causa giacobina. La posizione galluppiana in ambito politico-civile è fin da subito la categoria del liberalismo cattolico moderato. Ciò inserisce Galluppi nel movimento dello spiritualismo italiano che ha anticipato il Risorgimento, fondato sulla centralità delle istanze di libertà individuali, considerate come non negoziabili. Oltre che “filosofo del Risorgimento”, egli è poi la figura più rappresentativa del pensiero e della cultura meridionali del suo tempo. Ha messo in campo una resistenza costante contro il conformismo soffocante della società dell’epoca.

Pasquale Galluppi, il filosofo tropeano del pensiero moderno ultima modifica: 2021-05-27T06:34:35+02:00 da Giulia Pizzonia

Commenti

To Top